Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 31 luglio 2016

Ue, Tajani scrive a Micron
"Sospendere ogni taglio al personale"

Il vice presidente della Commissione europea rispetta l'impegno preso a Catania: "Azione incomprensibile, l'azienda ha beneficiato dei fondi comunitari e i risultati sono eccellenti"

BRUXELLES - Sospendere ogni taglio del personale in attesa di un incontro che entro le prossime due settimane contribuisca a fare chiarezza sui motivi che hanno portato la Micron ad annunciare la riduzione di 419 posti di lavoro nello stabilimento di Catania nonostante i positivi risultati economici conseguiti: è quanto chiede il vicepresidente della Commissione Ue responsabile per l'industria, Antonio Tajani, in una lettera inviata oggi ai vertici della Micron Technology Inc.

Nel 2013 il gruppo Micron, ricorda Tajani nella lettera, ha registrato performance eccellenti con un giro d'affari cresciuto del 120% e un valore delle azioni passato da 6 a 25 dollari. Ma nonostante ciò alla Micron Semiconductor è in atto un piano di ristrutturazione che potrebbe portare al taglio di 419 posti di lavoro. "Una decisione - osserva il commissario - che potrebbe avere un pesante impatto sociale, specie in un periodo in cui la crisi ha già causato una significativa perdita di occupazione".

"È inoltre difficile per me comprendere i motivi di questa azione - rileva ancora Tajani a proposito dei possibili tagli - visto che le attività di ricerca portate avanti in questo stabilimento hanno contribuito in maniera significativa al successo mondiale della Micron".

E dopo aver ricordato che l'azienda ha beneficiato anche di aiuti Ue a sostegno delle attività di ricerca, il commissario propone un incontro con i vertici aziendali entro le prossime due settimane per comprendere meglio la situazione ed esporgli tutte le opportunità che l'Europa offre per proseguire in maniera ancora più proficua l'attività e salvaguardare i livelli occupazionali. Chiedendo che nel frattempo l'azienda rinvii ogni decisione sulla riduzione del personale.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.