Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 23 luglio 2016

Il calendario dei bimbi di Acate per i carabinieri

E' stato realizzato dagli alunni del comprensivo "Cap. Puglisi", è affisso nelle stazioni della compagnia di Vittoria

ACATE (RAGUSA) - Un calendario dedicato all'Arma dei Carabinieri realizzato dai bambini delle 7 classi dell'Istituto Comprensivo "Cap. Puglisi" di Acate, in provincia di Ragusa, è stato affisso in tutte le sale d'aspetto delle Stazioni della Compagnia quale testimonianza di "una voglia di legalità" che riparte dalle nuove generazioni.

L'iniziativa è stata realizzata nell'ambito del progetto "Cultura della legalità", portato avanti dal Comando Compagnia dei Carabinieri di Vittoria. I sei disegni che compongono il calendario sono stati scelti tra 42 disegni con i quali i bambini hanno raffigurato il loro personale modo di interpretare il ruolo del carabiniere nella quotidianità e sei disegni sono stati scelti per il calendario da muro.

La realizzazione del calendario è stata fortemente voluta nell'ambito della iniziative per diffondere la legalità dalla referente del progetto, l'insegnante Maria Immacolata Licitra, e dal preside Franco Raffo in occasione della ricorrenza del Bicentenario della fondazione dell'Arma anche quale ringraziamento per la costante opera da parte dell'Arma in programma il prossimo 5 giugno.

L'iniziativa è stata nuovamente oggetto di un incontro con gli alunni durante il quale i militari hanno parlato del loro ruolo di operatore sociale svolto nella quotidianità dal "Carabiniere", al quale è seguita la proiezione di un video illustrativo delle funzioni e dei compiti svolti dai reparti dell'Arma sul territorio nazionale.

Nel corso dell'incontro sono stati trattati anche temi come il bullismo anche nella sua "evoluzione" del cyberbullismo, i danni causati dall'uso di sostanze stupefacenti e dell'alcool, i pericoli derivanti dall'uso di internet e social network, l'importanza del rispetto delle norme che regolano la circolazione stradale.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.