Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedý, 24 agosto 2017

Pubblicato: 13/03/2014

"I nuovi zozzoni di Belpasso"

Il sindaco Carlo Caputo pubblica su Facebook le immagini delle telecamere nascoste che riprendono i cittadini mentre abbandonano i rifiuti in strada. "I responsabili sono stati individuati e multati"

BELPASSO (CATANIA) - I cittadini lasciano i rifiuti per strada creando una microdiscarica ma il sindaco li riprende con una telecamera nascosta e posta la ripresa sulla propria pagina Facebook e su quella dell'Ente. Accade a Belpasso, paese in provincia di Catania alle pendici dell'Etna, dove il primo cittadino, Carlo Caputo, ha messo on line il filmato "I nuovi zozzoni" che documenta il malcostume di alcuni suoi concittadini che abbandonano i rifiuti in strada, per "ribadire la tolleranza zero nei confronti degli incivili".

"Non ne possiamo più di questa inciviltà - sottolinea il sindaco - i responsabili sono stati individuati e multati". Il video ritrae alcuni abitanti che lasciano rifiuti in una strada del centro del paese. "Abbiamo pubblicato il video, a bassa risoluzione per rispettare la privacy - ha spiegato Caputo - e per far vedere il lavoro che stiamo compiendo e soprattutto nella speranza che questi incivili desistano dal continuare nel proprio operato. Non ne possiamo davvero più di questa inciviltà quotidiana e così nei prossimi giorni pubblicheremo altri video analoghi su altre zone del nostro territorio".

"Questa amministrazione dall'insediamento - ricorda il sindaco - ha dichiarato tolleranza zero contro l'abbandono indiscriminato dei rifiuti e ha messo in atto svariate iniziative per arginare il fenomeno. Tra queste l'installazione, in svariati punti del nostro territorio, di più telecamere itineranti che hanno consentito di acquisire centinaia di immagini analoghe a quelle appena pubblicate".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.