Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 20 agosto 2017

Stampava in casa banconote false
ex tipografo arrestato a Catania

Scoperto a San Cristoforo un appartamento in cui veniva contraffatto denaro pronto per essere speso in Europa. Riprodotti anche documenti, certificati assicurativi e diplomi. In manette Salvatore Guglielmino, 39 anni, denunciata la madre

CATANIA - Documenti, certificati assicurativi, diplomi, ma anche banconote falsificate pronte a essere spese in alcuni Paesi dell'Europa. Erano alcuni dei 'prodotti' di una 'stamperia' realizzata in casa da un 39enne catanese, Salvatore Guglielmino, che è stato arrestato in flagranza di reato da carabinieri della compagnia Piazza Dante e dal comando Antifalsificazione monetaria.

L'uomo, in passato titolare di una tipografia nel centro storico di Catania, è accusato di falsificazione di monete, detenzione di strumenti atti alla falsificazione e falsità materiale. Gli stessi reati sono stati contestati a sua madre, denunciata in stato di libertà.

Le indagini, sviluppate mediante l'utilizzo di sofisticate tecnologie in possesso dei carabinieri dell'Antifalsificazione monetaria di Roma, hanno consentito di poter individuare nello storico quartiere di San Cristoforo di Catania un appartamento adibito a vera e propria stamperia di documenti e banconote false pronte ad essere messe in circuito nel territorio dell'Unione europea.

A innescare la macchina investigativa è stata la segnalazione da parte di Europol, che nei mesi scorsi aveva accertato la presenza in Italia, Spagna, Germania e Malta, di banconote false di ingente valore riconducibili ad attività di contraffazione che aveva come centro di produzione Catania.

I carabinieri hanno perquisito l'abitazione di madre e figlio, rinvenendo tutta la strumentazione idonea alla produzione del denaro: diversi computer, scanner e stampanti, nonché banconote del taglio di 10 euro per un valore complessivo di 10.000 euro, oltre a numerosi blocchetti di certificati assicurativi contraffatti e vari diplomi di attestazioni di qualifiche professionali.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.