Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 19 agosto 2017

I palermitani abbracciano Di Matteo
"La politica non protegge i pm"

Duemila persone alla manifestazione organizzata dal Fatto Quotidiano a sostegno dei magistrati antimafia. Ovazione all'arrivo del procuratore

PALERMO - Con una standing ovation circa 2.000 persone hanno salutato l'arrivo del pm Nino Di Matteo alla manifestazione organizzata nel cinema-teatro Golden di Palermo dal Fatto Quotidiano a sostegno ai magistrati palermitani vittime di pesanti intimidazioni mafiose.

Sul palco, per l'incontro dal titolo 'A che punto sono la mafia e l'antimafia', il direttore del giornale Antonio Padellaro, il vicedirettore Marco Travaglio, la giornalista Barbara Spinelli e il procuratore generale di Palermo Roberto Scarpinato. "La politica trova il tempo per parlare di tutto, ma non per dire parole incisive a sostegno dei pm di Palermo", ha esordito Padellaro. 

L'iniziativa segue le pesanti minacce di cui sono stati vittime i magistrati del capoluogo. Nei mesi scorsi gli inquirenti hanno intercettato gli ordini di morte lanciati dal boss Totò Riina verso il pm Di Matteo e i magistrati che indagano sulla trattativa Stato-mafia. Recentemente un confidente avrebbe poi rivelato un progetto di attentato del superlatitante Matteo Messina Denaro al procuratore aggiunto di Palermo Teresa Principato.






Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.