Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
lunedì, 26 settembre 2016

Ora di Religione, per 1 studente su 4 è inutile

Indagine Skuola.net: circa il 25% confessa che durante la lezione ognuno fa quello che vuole

ROMA - L'ora di Religione a scuola è considerata inutile da uno studente su 4. È quanto emerge da un'indagine realizzata dal portale specializzato Skuola.net, in seguito ai fatti che hanno visto protagonista il liceo classico "Colombo" di Genova, dove un'intera classe ha chiesto l'esonero dall'ora di Religione. Circa il 25% degli intervistati confessa infatti che si tratta di un'ora di lezione nella quale ogni studente fa quello che vuole. Una percentuale non indifferente, se si considera che a presenziare - fa notare il portale - c'è un docente pagato regolarmente con i soldi pubblici.

Tuttavia la gran parte dei docenti ha deciso di adeguarsi ai tempi e si prodiga a favorire dibattiti sui grandi temi attualità: 3 studenti su 5 confessano che durante l'ora di religione si dibatte su questioni che riguardano la sfera etica come, per esempio, il suicidio, l'aborto e l'eutanasia, costruendo non solo un rapporto di dialogo con l'insegnante, ma anche un pensiero critico. Pochi invece sono coloro che studiano la religione cattolica in senso stretto: circa il 5% fra quelli intervistati. Solo 1 su 10 invece svolge un programma che riguarda l'insegnamento  delle religioni.

"L'indagine svolta da Skuola.net fa comprendere l'eterogeneità dell'attività didattica svolta durante l'ora di religione - Dichiara Daniele Grassucci, Responsabile delle Relazioni esterne del portale - sicuramente è necessario che il Ministero verifichi sul campo se quanto dichiarato dai ragazzi corrisponde al vero e in quali percentuali, in modo da prendere i provvedimenti necessari laddove l'ora di religione diventi un momento di ricreazione".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.