Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 24 marzo 2017

Mancano fondi per i servizi scolastici
restano a casa 150 studenti disabili

Sit-in di protesta davanti alla sede della Provincia di Ragusa, i genitori chiedono assistenza specialistica per i propri figli

RAGUSA - Centinaia di genitori di studenti diversamente abili delle scuole medie superiori della provincia di Ragusa hanno tenuto stamane un sit-in di protesta davanti alla sede della Provincia Regionale di Ragusa per protestare per la mancata attivazione dei servizi di trasporto e assistenza specialistica per i propri figli.

Più di 150 studenti disabili non frequentano dall'inizio dell'anno scolastico, le lezioni perché la Provincia di Ragusa non ha i fondi per assicurare i servizi avendo subito forti tagli nei trasferimenti statali e regionali. Una delegazione di genitori è stata ricevuta dal commissario straordinario della Provincia di Ragusa Giovanni Scarso che ha rappresentato la situazione finanziaria dell'Ente.

Scarso si è messo in contatto telefonico con l'assessore regionale alle Autonomie Locali per avere contezza delle variazioni di bilancio che il governo regionale dovrebbe varare assegnando nuovi fondi alle Province. "Ho espresso la mia solidarietà ai genitori - dice Scarso - ma la situazione è difficile perché non abbiamo i fondi per competenza per avviare il servizio".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.