Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 25 giugno 2017

Pubblicato: 27/09/2013

"Speriamo che sia un arrivederci"


Numerose le reazioni dopo la comunicazione dell'assessore Bianchi. Per Marco Forzese, presidente regionale dei Democratici riformisti per la Sicilia "le dimissioni di Luca Bianchi saranno certamente utili ad una riflessione che, mai come in questo momento, dovrà coinvolgere il Presidente della Regione e i partiti alleati. Ovviamente il Pd fa parte della nostra coalizione e auspico che si riprenda il dialogo tra Rosario Crocetta e i vertici del partito".

"La scelta di Bianchi, che è tra gli assessori che meglio hanno fatto in questi mesi, aiuterà la coalizione Crocetta a riflettere su come rilanciare il governo attraverso un coinvolgimento più forte dei partiti e dei movimenti che sostengono il presidente della regione. È il momento delle responsabilità da assumere davanti ai Siciliani che fin qui hanno apprezzato la spinta riformista del governo e il lavoro di risanamento e pulizia in tanti settori dell'Amministrazione. Ora non si può più scherzare con il gioco della crisi, ci si deve sedere attorno ad un tavolo da alleati per andare avanti uniti".

Il sottosegretario alla Giustizia Giuseppe Berretta, che è anche membro della direzione regionale del Partito democratico scrive in una nota: "Luca Bianchi va ringraziato principalmente non per il gesto delle dimissioni ma per il grande lavoro che ha svolto in Sicilia: un impegno con cui in questi mesi ha dimostrato di riuscire a dare prime risposte concrete alle tante emergenze economiche e sociali di una Regione in grave difficoltà finanziaria, evitando che la situazione precipitasse. Spero che il suo sia un arrivederci e non un addio".

"L'auspicio in questa difficile situazione è che l'impegno di Bianchi non vada disperso, assieme alle cose buone che il Governo regionale ha fatto sin qui - conclude il sottosegretario catanese -  mi auguro che sul governo regionale e sulla situazione politica siciliana torni al più presto il sereno per poter ripartire con un'azione amministrativa incisiva e che dia risposte ai problemi dei siciliani".

"Le dimissioni dell'assessore siciliano all'Economia Luca Bianchi sono un fatto grave che deve far riflettere tutti sulla necessità di riportare immediatamente i toni del confronto politico sui binari della moderazione e della serietà istituzionale - afferma in una nota il ministro per la Pa e la Semplificazione, Gianpiero D'Alia - Perdere una persona seria come Bianchi, probabilmente il miglior assessore della giunta Crocetta - afferma D'Alia - significa far mancare una figura di garanzia per i conti pubblici della Regione di cui c'è assoluto bisogno. Ci auguriamo sinceramente - conclude D'Alia - che un sussulto di responsabilità da parte di tutti possa portarlo a un ripensamento".

Giovanni Di Giacinto, capogruppo del Megafono all'Assemblea regionale siciliana aggiunge: "Condivido le parole del ministro Gianpiero D'Alia sulle dimissioni dell'assessore al Bilancio, Luca Bianchi. Si tratta di un fatto grave perché si tratta di una rinuncia a proseguire il lavoro svolto nel governo di Rosario Crocetta da parte di un tecnico di grande spessore che ha messo in ordine l'ingarbugliata situazione dei conti pubblici regionali".

"Ciò deve far riflettere - aggiunge - perché oggi una crisi politica mette a repentaglio anche le Istituzioni, soprattutto quando chi le rappresenta è all'altezza di tale ruolo e funzione come nel caso di Luca Bianchi. Ora credo che non si debbano attendere altri colpi scena prima di far ripartire la 'politicà che in fasi come quell'attuale deve primeggiare con tutto ciò che le attiene in termini di mediazione e ricucitura di rapporti".

Per Baldo Gucciardi, presidente del gruppo Pd all'Ars, Bianchi merita un ringraziamento. "In questi mesi ho apprezzato le grandi qualità dell'assessore Luca Bianchi, che con professionalità e competenza ha portato avanti un lavoro importantissimo per il risanamento dei conti e la messa in sicurezza della situazione finanziaria della Regione. Per il suo stile, dentro e fuori le sedi istituzionali, e per il dialogo costruttivo portato avanti con il gruppo parlamentare del Pd, Bianchi merita oggi un sincero e consapevole ringraziamento".

"Il passo compiuto da Bianchi ci dà la conferma di quanto sia stato e possa continuare ad essere una risorsa per la Sicilia e per il Pd. Dunque - aggiunge Gucciardi - oggi non posso che prendere atto di una decisione che dimostra etica politica e sensibilità nei confronti delle istituzioni e del Partito Democratico: qualità delle quali si dovrà tenere conto, anche nell'evoluzione di questa delicata fase politica e istituzionale".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.