Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdý, 23 giugno 2017

Tondo Gioeni, da domenica
riapre la circonvallazione

Catania, prosegue il piano traffico dopo l'abbattimento dello storico cavalcavia. L'assessore D'Agata: "Fino al 26 agosto si percorreranno entrambe le corsie, poi cominceranno i lavori per la rotatoria"

CATANIA - Da domenica prossima, 18 agosto, gli automobilisti potranno tornare a percorrere in tutte e due le corsie della circonvallazione di Catania nell’area dove è stato abbattuto il cavalcavia del Tondo Gioeni e non ci sarà più bisogno di seguire il Piano alternativo del traffico approntato dall’Amministrazione. È stato comunicato al termine della riunione presieduta nel Palazzo degli elefanti dal sindaco Enzo Bianco e alla quale hanno partecipato il vicesindaco Marco Consoli, l’assessore alla Viabilità Rosario D’Agata e quello ai Lavori pubblici Luigi Bosco.

“Fino al 26 agosto – ha spiegato D’Agata – si percorreranno dunque entrambe le corsie, poi cominceranno i lavori per la realizzazione della grande rotatoria e si potrà percorrere soltanto una carreggiata per entrambi i sensi di marcia. Naturalmente, nei giorni clou dell’apertura delle scuole, provvederemo a far pattugliare la zona per fluidificare al massimo il traffico quei vigili urbani che si sono comportati in maniera encomiabile durante questa operazione”.

“L’impresa – ha sottolineato Bosco –, che ha finora agito con una notevole rapidità, ci presenterà presto un cronoprogramma sui lavori di realizzazione della rotatoria. Si darà vita poi a un sistema di monitoraggio del sistema traffico al fine di delocalizzare i flussi della circolazione. E l’Amministrazione comunale prevede di poter attuare anche eventuali interventi aggiuntivi”. Il sindaco Bianco ha poi annunciato che sarà lanciato un concorso di idee a livello internazionale, coinvolgendo gli ordini degli architetti e degli ingegneri e, perché si proponga una soluzione architettonicamente adeguata per il nuovo Tondo Gioeni.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.