Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 29 giugno 2016

Pubblicato: 19/07/2013

"Soddisfatti per i risultati sul Muos"

L'ambasciata americana sugli esiti della relazione finale dell'Istituto superiore di Sanità: "Dal 2005 lavoriamo con il governo italiano, la salute e la sicurezza dei cittadini sono sempre state una priorità. Sarà uno strumento importante nelle operazioni militari della Nato e degli Stati Uniti e nelle missioni umanitarie"

ROMA - "Esprimiamo soddisfazione in merito ai risultati contenuti nella relazione finale dell'Istituto superiore di Sanità in cui si conferma che le antenne del sistema Muos (Mobile User Objective System) non presenteranno alcun effetto nocivo per i cittadini della regione". È quanto sottolinea, in una nota, l'ambasciata degli Usa assicurando che, sin dal 2005, "lavoriamo sul Muos con il Governo italiano e la salute e la sicurezza dei residenti sono sempre state una priorità".

"Prima della messa in funzione del Muos verranno portate a termine un'ulteriore serie di misure sperimentali. Il Muos costituirà un collegamento di grande importanza per le comunicazioni nelle operazioni militari della Nato e degli Stati Uniti e nelle operazioni umanitarie", spiega ancora la sede diplomatica commentando la relazione finale dell'Istituto Superiore di Sanità sul sistema di comunicazione satellitare di Niscemi.

A conferma della quale l'ambasciata ricorda che "come già dichiarato in passato, abbiamo due siti Muos simili negli Stati Uniti, che sono già operativi senza produrre alcun impatto negativo sulla salute dei cittadini delle comunità interessate".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.