Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 19 agosto 2017

Nebbia nello scalo di Pantelleria
Volotea lascia tutti a Palermo

I passeggeri provenienti da Venezia scaricati al Falcone Borsellino e costretti ad acquistare un nuovo biglietto. La low cost spagnola spiega: "I disagi non dipendono da noi". Viaggiatori inferociti: "Siamo stati abbandonati"

PALERMO - Sarebbero dovuti arrivare a Pantelleria questa mattina alle 8 con un volo diretto Volotea da Venezia e invece per raggiungere l'isola hanno dovuto acquistare un nuovo biglietto. È la disavventura di quarantacinque passeggeri che sono rimasti bloccati per ore nello scalo Falcone Borsellino di Palermo. Erano partiti alle 6.15 ma mentre erano in volo il comandante dell'aereo ha comunicato che non sarebbero arrivati nell'isola siciliana ma avrebbero fatto scalo a Palermo a causa della nebbia.

"Siamo stati abbandonati nell'aerostazione - dice Elia Cucovaz - Ci sono anche bimbi e neonati. Ci hanno prospettato la possibilità di raggiungere l'isola con il traghetto da Trapani di mezzanotte. Il primo giorno di vacanza lo stiamo trascorrendo in aeroporto".

La compagnia aerea spagnola informa che, a causa della chiusura per nebbia dell'aeroporto di Pantelleria, il volo odierno V71240 in partenza da Venezia verso Pantelleria, è atterrato presso lo scalo Punta Raisi di Palermo. "Nonostante tutto ciò non sia dipeso dalla compagnia, Volotea si sta impegnando per minimizzare i disagi dei propri clienti, fornendo informazioni e assistenza ai passeggeri coinvolti - si legge in una nota della compagnia - Volotea si scusa sinceramente con i passeggeri interessati per il ritardo dei propri voli".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.