martedì, 23 settembre 2014

Tragedia ad Acitrezza: muore uomo
colpito da palma staccata dal vento

L'incidente è avvenuto nella villa comunale Fortuna, sul lungomare: Claudio Anastasi, 58enne organizzatore di eventi musicali, è stato centrato alla testa ed è deceduto sul colpo. Il sindaco Drago: "Senza parole"

ACI CASTELLO (CATANIA) - Un uomo è morto travolto dalla parte finale di una palma che si è staccata dal fusto per il forte vento. L'incidente è avvenuto nella villa comunale Fortuna sul lungomare di Acitrezza, frazione di Aci Castello, nel Catanese, di fronte ai Faraglioni. La notizia è stata confermata dal sindaco, Filippo Drago, che parla di "tragedia immane" che "lascia senza parole".

La vittima è stata identificata: si chiama Claudio Anastasi, aveva 58 anni, e lavorava come organizzatore di eventi musicali. Secondo quanto ricostruito da testimoni sentiti da carabinieri della compagnia di Acireale, Anastasi si trovava nella villa comunale per aiutare gli organizzatori di una piccola fiera, "Artigiano all'opera", promossa dal Comune di Aci Castello e dalla Pro Loco.

All'improvviso, per una violenta raffica di vento, da una palma egiziana si è staccata la punta, che ha fatto un volo di 7-8 metri, centrando l'uomo alla testa, e uccidendolo sul colpo. Gli altri presenti sono rimasti illesi. La Procura di Catania non ha disposto l'autopsia e ha delegato per le indagini i carabinieri della compagnia di Acireale.
Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.