Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 24 novembre 2017

Pubblicato: 10/06/2013

In 40 mila per la festa del fumetto

Numeri impressionanti per la terza edizione di Etna Comics alle Ciminiere di Catania. A un giovane catanese il premio per la migliore rivisitazione di una copertina di Dylan Dog

Chiusura col botto per Etna Comics 2013, il “Festival Internazionale del fumetto e della cultura pop”: oltre 40 mila le presenze nel corso dei tre giorni, letteralmente bruciato il record della scorsa edizione; solo domenica più di 15 mila. Migliaia di appassionati hanno preso d’assalto i padiglioni del Centro Fieristico “Le Ciminiere” di Catania.

Dati esaltanti, supportati dalle cifre dei tanti settori della fiera: oltre 2.000 iscritti alla Videogames Zone, più di 1.500 all’Area Giochi, 1.500 alla sezione “Altrimondi” e 1.000 al Maid Cafè.

Orgoglio tutto catanese, la vittoria di Salvatore Coniglione, classe 1975, che si è aggiudicato il primo Premio del concorso “Cover Reloaded”, realizzato in collaborazione con Sergio Bonelli Editore e la rivista catanese Fumetti al cubo, e assegnato da una giuria composta da Giovanni Gualdoni, Fabio Celoni, Valentina Romeo, Forum ZTN, Angelo Pavone e i Dylandogofili. La sua rivisitazione della copertina numero uno di Dylan Dog, “L’alba dei morti viventi”, ha infatti sbaragliato i disegni degli oltre 160 iscritti al Premio portandosi a casa, oltre a vari set completi di strumenti per l’illustrazione, anche l’esposizione delle proprie opere presso la Cart Gallery di Roma.

Nell'ultima giornata sono stati premiati anche gli autori della prima edizione del Premio Francisco Solano Lòpez. I membri della giuria, presieduta da Angel de la Calle, hanno inoltre consegnato le targhe d’argento a Robin Wood come miglior sceneggiatore, a Sergio Algozzino come migliore disegnatore, a Bryan Talbot come miglior autore completo. Premiati pure Vanna Vinci, autrice di “La Casati” (Rizzoli Lizard), come miglior graphic novel, “Batman Inc” (RW Lion), come miglior serie straniera, “Hellboy, la casa dei morti viventi” di Mike Mignola e Richard Corben (Magic Press), come miglior fumetto straniero, e “Dove sussurra il mare” di Keiko Ichiguchi (Kappa edizioni), come miglior fumetto italiano.






Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.