L’influenza non molla: 200 morti

Fasi finali in tutte le regioni italiane, ma i contagi continuano

L’influenza non molla: 200 morti

ROMA – L’influenza è ormai agli sgoccioli, quasi tutte le regioni sono uscite dalla fase epidemica. Ma i contagi continuano. Secondo il bollettino di sorveglianza Influnet la scorsa settimana ci sono stati circa 99.000 casi che hanno portato a toccare quota 8 milioni e 3.000 allettati.

In sostanza anche quest’anno ci si avvicinerà agli 8,5 milioni di contagi della stagione 2017/2018, ritenuta molto pesante. I casi gravi con ricovero in terapia intensiva sono stati 809, più dello scorso anno, e di questi 198 sono deceduti.

I contagi quest’anno saranno oltre 3 milioni in più rispetto ai 5 milioni di allettati previsti inizialmente da alcune stime. Ma quella di quest’anno, come si legge sul bollettino FluNews Italia, è stata soprattutto un’influenza aggressiva: fino a oggi i casi gravi che hanno comportato il ricovero in terapia intensiva sono stati appunto 809, con 198 decessi. Al termine della passata stagione, si erano contati 764 casi gravi e 173 deceduti.


Correlati