8 marzo: bufera sul volantino della Lega

A Crotone anche migranti e gay nell’elenco dei presunti nemici della donna. Insorgono le ministre del M5s: “Scioccante”

8 marzo: bufera sul volantino della Lega

CROTONE – “Chi offende la dignità della donna?”. E’ la domanda che la “Lega Salvini Premier” di Crotone pone in un volantino preparato per la Festa della donna. E tra le risposte alla domanda, secondo la Lega di Crotone, ci sono anche i migranti e i gay.

Durissima la contestazione delle ministre del M5s Elisabetta Trenta, Giulia Grillo e Barbara Lezzi: “Il volantino diffuso in occasione della festa dell’8 marzo dai giovani della Lega a Crotone è scioccante. Leggere che ‘offende la dignità delle donne chi ne rivendica l’autodeterminazione suscitando un atteggiamento rancoroso nei confronti dell’uomo’ ci riporta indietro di decenni. Come donne di questo governo esprimiamo la nostra più profonda preoccupazione. Ci auguriamo e confidiamo che i vertici della Lega prendano quanto prima le distanze”.

Secondo il segretario della Lega di Crotone, Giancarlo Cerrelli, invece “il volantino è un inno al ruolo centrale della donna nella società”. Lo afferma , in relazione alle polemiche suscitate dalla sua iniziativa. La Lega esprime la necessità di un’alleanza tra l’uomo e la donna per porre le basi a favore di una società a misura d’uomo”.

ROMA, 6 MAR –


Correlati