Nuova maturità, Leopardi e Pascoli nelle simulazioni

Le tracce proposte dal Miur comprendono autori classici e moderni, ma anche la storia contemporanea

Nuova maturità, Leopardi e Pascoli nelle simulazioni

ROMA – Da Pascoli a Leopardi passando per Elsa Morante, Cassese, Rubbia e lo psichiatra Andreoli. La nuova maturità, nelle prove proposte oggi come simulazione dal Miur e diffuse nelle scuole – che potranno utilizzarle nelle modalità in cui meglio crederanno – comprendono una vasta scelta di autori classici e moderni, e non dimentica la storia.

La comprensione, l’analisi e l’interpretazione del testo “Patria” di Pascoli e l’analisi e l’interpretazione del testo storico di Elsa Morante “La storia” del 1974 sono state proposte come tipologia di prova di tipo A; per la prova di tipo B si può scegliere tra il riassunto e l’analisi di un testo di Claudio Pavone, che è stato archivista e docente di Storia contemporanea, oppure un testo di Antonio Cassese, “I diritti umani oggi” o infine una prolusione del prof. Carlo Rubbia, “La scienza e l’uomo”, pronunciata in occasione dell’inaugurazione anno accademico 2000/2001, all’Università degli studi di Bologna.

Infine la riflessione critica su un passo dello Zibaldone di Leopardi o su una citazione da un passo dello psichiatra Vittorino Andreoli, “L’uomo di vetro. La forza della fragilità”, come terza possibilità, la cosiddetta prova C.


Correlati