A Paternò le arance vanno a ruba

Arrestato un 37enne che aveva trafugato 500 kg da un terreno. Trovate due auto con 1.200 chili di agrumi

A Paternò le arance vanno a ruba

CATANIA – La scorsa notte, i carabinieri di Paternò hanno arrestato il 37enne Giuseppe Caponnetto di Paternò che, dopo aver tagliato con una cesoia la catena del cancello d’ingresso di un fondo agricolo, ubicato in contrada Loco Battiati a Santa Maria di Licodia, stava caricando sul proprio Fiat Fiorino 500 chili di arance rubate.

Denunciato V.G. di anni 22 di Paternò, sorpreso con 700 chili di arance, asportate precedentemente in contrada Agnelleria a Belpasso, caricate nella sua Citroen C3 Picasso. Recuperata in contrada Fontanazza, agro del comune di Motta Sant’Anastasia, una Fiat 500 L, rubata a Catania la sera precedente, contenente al proprio interno 700 chilogrammi di arance appena rubate. La refurtiva è stata restituita agli aventi diritto, mentre l’arrestato è stato posto agli arresti domiciliari.


Correlati