Correnti polari, l’inverno avanza

Coinvolgerà anche la Sicilia l’ondata di aria artica: attesi venti forti e calo delle temperature

Correnti polari, l’inverno avanza

ROMA – L’inverno avanza e a metà settimana dovrebbe arrivare in tutto il Paese. Attese correnti polari dalla Groenlandia e vortici ciclonici che porteranno il freddo e la neve, anche a basse quote.

Se lunedì 21 il tempo sarà ancora prevalentemente soleggiato al Nord, secondo le previsioni di 3bMeteo, al Centro e al Sud assisteremo a piogge in pianura e neve al Settentrione già dai 500 metri. Il calo delle temperature arriverà da martedì, con le massime a 5-7 gradi, quando la neve scenderà fino ai 400 metri al centro e in serata a bassa quota su Umbria e Marche.

Da mercoledì le nuvole arriveranno anche al Nord, con fenomeni nevosi a bassa quota e localmente anche in pianura. Al Sud la neve potrebbe iniziare dai 600 metri, con temperature però ancora nella media intorno ai 9-11 gradi di massima.

La settimana che sta per iniziare, spiegano anche i meteorologi di Meteo Expert, sarà quindi caratterizzata da una scenario meteorologico molto dinamico e da probabile maltempo di stampo invernale su molte aree del Paese.

“Lunedì una circolazione ciclonica con centro a sud della Sardegna coinvolgerà soprattutto le nostre isole e più marginalmente il Centro-Sud. Martedì il centro della depressione si sposterà sul Tirreno intensificandosi, mentre, dalla sera, avanzerà da ovest una perturbazione atlantica. Quest’ultima sarà attiva su molte delle nostre regioni nella giornata di mercoledì, con possibili nevicate fino in pianura al Nord, e sarà seguita da un flusso di aria fredda sul Mediterraneo occidentale. La successiva formazione di una profonda depressione sul Tirreno, nel corso di giovedì, darà origine ancora a piogge, grandinate e venti forti nelle isole nella parte centrale della settimana”.

Una nota di riguardo va riservata infine al vento, che soffierà a tratti forte a rotazione ciclonica su tutti i nostri mari, ma in particolare su Tirreno e isole maggiori, dove ci attendiamo raffiche di Ponente e Maestrale anche superiori ai 100 km/h con mareggiate.


Correlati