Lampedusa

Lavoratori hotspot senza stipendi, sindacati minacciano stato di agitazione

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) – I lavoratori del centro di accoglienza hotspot di Lampedusa da settembre non ricevono lo stipendio dalla cooperativa che gestisce la struttura. Le motivazioni addotte ai dipendenti parlano di mancati pagamenti da parte degli enti preposti per i servizi svolti. In una lettera inviata alla Facility Service Onlus che gestisce il centro di contrada Imbriacola, la segretaria provinciale della Cisl Fp, Floriana Russo Introito, sollecita il pagamento di tutte le spettanze arretrate e minaccia, in mancanza di risposte immediate, la proclamazione dello stato di agitazione da parte dei lavoratori.


Correlati