Botti di fine anno, gravi due persone

Decine di feriti in tutta Italia nonostante i divieti: i casi peggiori nel Milanese e a Benevento

Botti di fine anno, gravi due persone

ROMA – Nonostante i divieti, durante le festa nelle piazze di tutta Italia per l’inizio del nuovo anno non sono mancati incidenti legati all’uso dei botti. In particolare in provincia di Milano un giovane è in gravi condizioni dopo lo scoppio di un petardo che gli ha dilaniato le mani e ferito volto e testa.

Una donna di 36 anni è ricoverata in condizioni molto gravi all’ospedale Rummo di Benevento dopo essere stata colpita dalla scheggia di un grosso ordigno esploso all’esterno della struttura dove si stava festeggiando l’arrivo del nuovo anno. E’ accaduto a Sant’Agata dei Goti. Complessivamente, sono quattro i feriti nel Sannio. Gli altri tre sono lievi. botti.

Nella provincia di Napoli i feriti sono 37, uno in meno rispetto all’anno scorso. Coinvolti anche tre minori, di 11 anni e mezzo, 12 e 17 anni. Il dodicenne, in particolare, è stato ricoverato all’ospedale Vecchio Pellegrini per un trauma da scoppio di petardo alla mano destra, con una prognosi di 30 giorni. Un cittadino polacco di 21 anni è stato ferito a Ischia alla mano destra dallo scoppio di un petardo, trauma all’occhio sinistro per un cittadino di Moncalieri.

Recidivo un quattordicenne che è rimasto ferito per lo scoppio di un petardo a Collegno, in provincia di Torino. Già lo scorso anno si era fatto medicare per ragioni analoghe. Questa volta il ragazzo ha riportato lesioni al volto, alla mano e al polso sinistro giudicate guaribili in dieci giorni.

Correlati