Natale? Meglio un regalo utile

Secondo un sondaggio Izi gli italiani metteranno sotto l’albero oggetti di uso quotidiano. In tavola rigorosamente prodotti tradizionali

Natale? Meglio un regalo utile

Come si preparano gli italiani a vivere il Natale. Quale sarà il budget di spesa per celebrare le feste rispetto a quello dello scorso anno? Quali prodotti sceglieranno gli italiani per imbandire le proprie tavole, premieranno la tradizione o esploreranno nuovi sapori?.

Questi i risultati di un sondaggio Izi somministrato a un campione di mille intervistati. Alla domanda, “per celebrare le feste di Natale acquistando regali, cibo, bevande, quest’anno quanto crede che spenderà”, il 28% gli intervistati ha risposto tra 100 e 200 euro. Il 27,8 tra 200 e 300 euro, il 25,9 tra 300 e 500, il 13,8 tra 500 e mille euro. Solo il 3,3% ha risposto che spenderà tra mille e 2 mila euro. 1,3% infine la percentuale di coloro che hanno risposto di spendere più di 2 mila euro.

Alla seconda domanda, “spenderà più o meno del Natale scorso”, il 73% degli intervistati hanno risposto che spenderanno la stessa cifra del Natale scorso. Il 14% ha dichiarato di avere in previsione una spesa minore rispetto all’anno passato, il 13% del campione ha risposto che spenderà di più.

Nel budget totale che gli italiani pensano di spendere a Natale i consumi alimentari (cibi e bevande) incideranno per il 26,5 per cento per il 30 per cento degli intervistati. Il 19,7 del campione ha risposto che per cibi e bevande spenderà il 20% del proprio budget. Il 16,2 ha risposto che spenderà il 40%. 16,9 la percentuale di coloro che dedicheranno alle spese alimentari la metà del budget natalizio. 10,1, infine coloro che hanno dichiarato di voler spendere in alimentari oltre la metà del bilancio natalizio.

Per imbandire la tavola natalizia il 67,9% degli italiani ha risposto di preferire i prodotti tradizionali. 11,3% sono coloro attenti soprattutto all’origine garantita dei prodotti alimentari scegliendo cibi Dop, Doc e Igp. Percentuale simile 11% per in cultori del cibo a chilometro 0. Gli amanti del cibo bio sono il 5,5%, quelli che “vado ristorante e non ci penso più” sono il 3,7. Fanalino di coda 0,5% per i cibi etnici.

Ma cosa regaleranno gli italiani a Natale? I capi di abbigliamento svettano con il 18,4%, seguono oggetti utili 17,8, giocattoli 16%, prodotti enogastronomici 13,1%, regali low cost 8,3, prodotti culturali 7,2, prodotti tecnologici 5,2%, profumi e accessori 4%, videogame 3,8%, gioielli 2,6%, viaggi 1,9. 1,1, infine la percentuale di chi riciclerà i regali.


Correlati