“Non c’è più tolleranza per i clandestini”

Agrigento. Quattro migranti danneggiano centro di accoglienza e prendono in ostaggio le operatrici. Il ministro Salvini: “Via la protezione”

“Non c’è più tolleranza per i clandestini”

ROMA – “Hanno danneggiato i locali della struttura di accoglienza, preso in ostaggio le operatrici, resistito all’arresto: tre nigeriani e un gambiano sono stati ammanettati dalla polizia ad Agrigento. A due di loro è già stata revocata la protezione, quella degli altri ha le ore contate. In Italia, con il nostro decreto, non c’è più tolleranza per clandestini e delinquenti!”.

Commenta così il ministro dell’Interno Matteo Salvini l’arresto di 4 migranti per danneggiamento aggravato e sequestro di persona. Uno è stato ritenuto responsabile anche di resistenza a pubblico ufficiale. I quattro, reclamando la consegna del pocket money, hanno chiuso a chiave in una stanza, dove si trovavano anche loro, due operatrici del centro d’accoglienza di Villaggio Mosè. I due agenti intervenuti hanno subito lievi contusioni.

Correlati