Tifo selvaggio, arrestato 17enne catanese

Docenti universitari picchiati dagli ultrà rossazzurri a Lamezia Terme: in carcere pure un ragazzo

Tifo selvaggio, arrestato 17enne catanese

CATANIA – Un giovane di 17 anni è stato arrestato a Catania da agenti della Digos perché accusato di aver preso parte insieme con i 20 ultras catanesi arrestati il 4 maggio dello scorso anno nell’ambito dell’operazione denominata “Tifo selvaggio” all’aggressione, avvenuta a Lamezia Terme (Catanzaro), durante una trasferta dei tifosi rossazzurri a Matera il 29 aprile del 2017, di un gruppo di ignari docenti universitari, che furono scambiati per tifosi del Siracusa.

Al minorenne, che era indagato, sono stati contestati a vario titolo, i reati di rapina impropria, danneggiamento aggravato, incendio, lesioni aggravate, violenza privata, utilizzo di oggetti atti a offendere in occasione di manifestazioni sportive, resistenza a pubblico ufficiale e detenzione abusiva di materiale esplodente. Il ragazzo, che è stato anche sottoposto a un daspo, è stato rinchiuso nel carcere minorile di Bicocca.

Correlati