“Taglia i pasti e paga il mio debito”

Nicosia. L’assessore alla Pubblica istruzione Ivan Bonomo minacciava il titolare della ditta vincitrice dell’appalto della refezione nelle scuole

“Taglia i pasti e paga il mio debito”

NICOSIA (ENNA) – I carabinieri di Nicosia hanno notificato un provvedimento cautelare di interdizione dalle funzioni emesso dal Tribunale di Enna nei confronti di Ivan Bonomo, assessore alla pubblica istruzione in carica del Comune di Nicosia, indagato per concussione per induzione.

L’indagine, durata alcuni mesi, ha consentito di documentare che dal settembre del 2017 al marzo del 2018 l’amministratore in carica del piccolo Comune sui Nebrodi, con subdole pressioni e velate minacce, ha preteso dal titolare di una ditta di ristorazione, vincitrice della gara d’appalto per la fornitura dei pasti alle scuole, il pagamento di un debito personale.

Il titolare della ditta di ristorazione, secondo quanto “consigliato” dall’assessore, avrebbe dovuto recuperare la somma di denaro da corrispondere a saldo del debito, escludendo dalla fornitura del servizio i pasti per le famiglie bisognose. Il contratto di fornitura, infatti, prevedeva la possibilità, da parte del Comune, di richiedere fino a un massimo di 30 pasti mensili da destinare ai bisognosi. Pasti, questi ultimi, che, su esplicita richiesta dell’assessore, non dovevano essere forniti nonostante ve ne fosse bisogno.

Correlati